Conosciamo meglio Andrea Saccaggi

saccaggi

Classe ’89, alto 1.90, Toscano, di Massa, Andrea Saccaggi ha già nel suo curriculum esperienze importanti: dal settore giovanile della Don Bosco Livorno, all’esordio in serie A con la Benetton Treviso e poi Basket Livorno, Fulgor Omegna e adesso Agrigento. “La Fortitudo è una società che negli ultimi anni ha raggiunto risultati concreti costruendo e lavorando con costanza. E’ questo che mi ha spinto ad accettare la sfida, ma soprattutto sono rimasto impressionato da come lo scorso anno è riuscita a dominare il campionato.”

Come ti sei avvicinato al mondo del basket? “Quando ho cominciato avevo 6 anni, spinto soprattutto dal fatto che mio padre fosse un ex giocatore. Nel tempo ho poi avuto l’opportunità di fare esperienze importanti, fra tutte l’esordio in serie A con la Benetton Treviso e poi la trafila delle nazionali giovanili con gli europei U16 , U18 e U20.”

I tuoi punti di forza in campo? “L’agonismo e il tiro piazzato.”

Che giocatore sei? “Altruista.”

Qual è il tuo rapporto con il coach Ciani e con la squadra? “E’ stato proprio il coach che mi ha convinto a venire ad Agrigento, è stato importante parlare con lui e il nostro rapporto è molto buono, come del resto con tutti i ragazzi della squadra. Siamo un gruppo con tanti elementi nuovi ma i vecchi ci stanno aiutando a integrarci molto velocemente e si respira un clima familiare.”

Su quali aspetti della tua preparazione stai lavorando? “Principalmente sull’agonismo nei 40 minuti, provando a non mollare mai né fisicamente né mentalmente.”

Pin It