Fortitudo, tutto pronto per il big match di domani sera. Mayer: “Mi aspetto una battaglia”

La conferenza stamani al PalaMoncada

La conferenza stamani al PalaMoncada

Tutto pronto per il big match di domani sera, alle 20.30, al PalaMoncada di Porto Empedocle, tra la Fortitudo Moncada Agrigento e la Mobyt Ferrara (rispettivamente prima e seconda della classifica del campionato di Adecco Silver). Stamani conferenza stampa del coach Franco Ciani e del direttore sportivo Cristian Mayer, nella sala stampa “Gerlando Micalizio” del PalaMoncada. Dopo aver nuovamente ricordato che la biglietteria del palazzetto verrà aperta due ore prima dell’incontro, allenatore e ds hanno discusso con i giornalisti su quella che sarà la sfida tra le due attuali migliori forze del campionato.

“Ferrara è una tra le più tattiche, – ha detto coach Ciani - tra quelle che possono maggiormente incidere con scelte particolari nell’andamento di una gara. Abbiamo dovuto fare un lavoro molto accurato per cercare di essere pronti alla maggior parte delle soluzioni che potranno essere adottate. E’ chiaro che non sappiamo cosa ci proporranno come novità, perché qualcosa di nuovo sicuramente ci sarà. Una partita molto delicata, un po’ a scacchi, conoscendo anche il mio collega. Ci sarà da riflettere, da pensare nel corso del 40 minuti”.

Il direttore sportivo, Cristian Mayer, si aspetta invece una grande battaglia, che possa coinvolgere al meglio i tifosi. “Domenica scorsa – ha raccontato Mayer – sono stato a vedere Trapani-Barcellona, il derby siciliano di Adecco Gold. Non è stata una partita ‘bella’, ma molto coinvolgente. Si è visto l’agonismo con il quale le due squadre giocavano. Ed è quello che mi aspetto domani: mi aspetto una gara da playoff, con un grosso coinvolgimento. La sensazione che abbiamo al momento è che ci saranno molte più persone del solito. Spero che questa partita aiuti a coinvolgere le persone a livello emotivo. Mi auguro che sia una grande battaglia”.

“Ho detto ai miei ragazzi di giocare come abbiamo fatto in questi mesi, – ha detto poi in conclusione l’allenatore biancazzurro - di non pensare particolarmente al significato di classifica di questa gara. Non l’abbiamo mai fatto, né quando eravamo in fondo alla classifica né quando eravamo nella parte alta, e non è il caso di cominciare a farlo ora. Dobbiamo giocare con grande serenità. E’ chiaro che il nostro successo mette più in difficoltà Ferrara, di quanto un loro successo possa mettere in difficoltà noi. E questo ci deve dare la tranquillità di esprimere al meglio la nostra qualità”.

Pin It