Agrigento, inizia il conto alla rovescia: giovedì sarà scontro tra le due migliori di Adecco Silver

Il coach, Franco Ciani

Il coach, Franco Ciani

C’è grande impazienza e trepidazione tra i tifosi biancazzurri per la partita di giovedì sera, alle 20.30, al PalaMoncada di Porto Empedocle. La Fortitudo Moncada Agrigento, prima nella classifica del campionato Adecco Silver, si prepara allo scontro diretto con la Moby Ferrara, che dopo la vittoria di ieri su Corato si trova a -2 punti dai biancazzurri del presidente Salvatore Moncada. Una partita che, assicurano gli addetti ai lavori, regalerà un vero e proprio spettacolo. Ma se da un lato l’ansia e la trepidante attesa fanno da padrone tra i tifosi, dall’altro coach Franco Ciani stempera gli animi e punta tutto sulla concentrazione.

“Giovedì è una delle 30 partite della regular season. E questo dobbiamo imporlo come presupposto iniziale – ha detto l’allenatore della Fortitudo – . Sarà una partita di ‘alta qualità’. Quando si scontrano prima contro seconda mi sembra chiaro che si incontrano le due squadre che hanno fatto meglio degli altri. Mi aspetto una partita intensa, molto tattica, come accade sempre quando si incontrano le due in testa alla classifica. Non voglio però addossare a questa partita chissà quale significato: dopo giovedì, mancheranno ancora dieci giornate. Se viviamo questa partita con pressione e ansia, commettiamo un errore. Dobbiamo essere consapevoli che a rischiare di più in questa partita è sicuramente Ferrara, che in caso di sconfitta andrebbe a -4 da noi. Dobbiamo essere molto sereni e tranquilli, forti di quello che abbiamo fatto finora”.

Premesse e analisi a parte, coach Franco Ciani non nasconde comunque un “desiderio”: “E’ chiaro che ci aspettiamo un aiuto da parte del nostro pubblico, come Agrigento sa fare nelle grandi occasioni: ho visto le immagini di Akragas-Savoia, ma ho anche rivisto qualche giorno fa quelle delle finali playoff contro Reggio Calabria della nostra squadra. Ecco, oggi potremmo paragonare Fortitudo-Ferrara ad una partita di finale dei playoff. Mi aspetto e spero che ci sia questo grande contributo da parte di tutti. Credo che per la pallacanestro agrigentina questo sia un momento storico: siamo all’apice della risonanza. Credo anche che chi comprende questo e chi ha nel cuore lo sport agrigentino, oggi non può non farsi trovare pronto e rispondere ad una chiamata di questo tipo” ha concluso il coach della Fortitudo Moncada Agrigento.

Pin It