Memorial “Micalizio”, la condensa ferma la finale: è ex aequo tra Orlandina e Barcellona

Alessandro Piazza

Alessandro Piazza

Ad aggiudicarsi il premio del 1° Memorial “Gerlando Micalizio”, fortemente voluto ed organizzato dalla Fortitudo Moncada Agrigento e disputato questo fine settimana al PalaMoncada di Porto Empedocle, sono state la Sigma Barcellona e l’Upea Capo d’Orlando. Ex aequo per le due formazioni di basket che si apprestano a disputare il campionato 2013/2014 in LegaDue Gold. Un pari merito non conseguito sul campo, quantomeno non su quello di domenica sera. Le squadre, guidate rispettivamente dai coach Giovanni Perdichizzi e Gianmarco Pozzecco, non hanno disputato la partita della finalissima per il primo e secondo posto per motivi di sicurezza, legati alla scivolosità del parquet, reso insidioso dalla condensa. Circostanza che ha rischiato di fare interrompere il match per il terzo e quarto posto che ha visto impegnate, invece, la Pallacanestro Trapani e la padrona di casa, la Fortitudo Moncada Agrigento, unica formazione di LegaDue Silver, che, pur ben figurando, arriva ultima nel quadrangolare “Micalizio”, lasciando meritatamente “l’argento” alla formazione granata.

Leggi anche –> MEMORIAL “MICALIZIO”, COACH CIANI: “PER NOI BUON TEST”

LA PARTITA. E’ fischio d’inizio e Coach Lardo schiera Lowery, Ianes, Rizzitello, Baldassarre e Parker. Da parte biancazzurra, Chiarastella, Vaughn, Piazza, Mian e Mocavero. I primi due canestri arrivano dalla lunetta trapanese con Parker, su fallo di Alessandro Piazza, sotto la lente d’ingrandimento della difesa avversaria impegnata su di lui in un Pressing a uomo a tutto campo. Va a canestro pure Lowery, mentre fallisce la risposta di Vaughn e si gioca così nella metà campo granata per più di 2’, con il risultato di un mini break degli ospiti (0-6, con Capitan Ianes che va a canestro subendo fallo). Arriva il primo canestro biancazzurro, firmato Mocavero, mentre si ferma sul ferro quello di Mian su un bell’assist di Chiarastella. Entrambe le difese costringono i giocatori ai falli, di cui il terzo per Alessandro Piazza costretto a lasciar posto a Peppe Anello. E’ + 7 il vantaggio del Trapani, con Parker in lunetta e complice il tiro fallito di Mocavero. E’ botta e risposta: assist di Vaughn a Mocavero, da una parte; Lowery in solitaria dall’altra, e ancora canestro di Vaughn in contropiede. Accorcia le distanze, la Fortitudo, che si porta a -1, anche con il tiro da 3 di Mian, e i 4/4 tiri liberi di Mocavero. Termina 18-19 il primo quarto (un punteggio raggiunto con diversi tiri liberi da ambo le squadre, rispettivamente 7 e 11). Alla ripresa, è ancora la formazione di Coach Lardo a dare impulso al tabellone con un bel tiro del giovane under Bartoli e i consueti canestri di Parker, che “castiga” gli agrigentini con 4 punti di fila. Vani invece, nonostante siano ben costruiti, i tentativi di rispondere, tono su tono, della guardia americana in forza alla Fortitudo, Kwame Vaughn. Dopo 3’ di gioco, il tabellone segna 21-30 e Coach Ciani chiama tim out. Alla ripresa del gioco, sale il vantaggio dei granata con un Lowery che porta la squadra a +11. Per Agrigento, forza il tiro Giovanatto, mentre realizza Vaughn. Cambi veloci di schema dell’allenatore biancazzurro; si passa dal gioco senza play e con tre guardie in campo, alla sostituzione di Kwame con Anello in regia. Gestisce bene la palla Fabio Mian che regala un canestro da manuale, mentre a difendere ci pensa l’argentino Chiarastella. Tuttavia 3 punti, nuovi di zecca, escono dalle mani di Renzi, da sotto canestro e dalla lunetta. Mancano 2’ alla fine del secondo quarto, e una bomba di Rizzitello permette ai suoi di allungare sul +13. I biancazzurri perdono palla, concedono azioni nella metà campo granata, a eccezione della guardia goriziana che riesce in pochi secondi a mettere a segno 5 punti (una bomba e 2 tiri liberi). Si va negli spogliatoi con il risultato di 34-42. Un vantaggio (+8) che sale a +14 nei primi 4’ di gioco alla ripresa. Una distanza che si accorcia con 4 tiri liberi a firma di Vaughn e Piazza, giunto al suo 4°fallo. Il play bolognese costruisce l’azione per il canestro di Fabio Mian che tuttavia non realizza i due punti se non dalla lunetta, da dove segnano anche Ianes, Rizzitello, Piazza e Vaughn. Si stringe la difesa biancazzurra che tuttavia non riesce a impedire il canestro di Rizzitello in solitaria. Gli risponde Giovanatto, forza invece l’americano Vaughn. Concludono il terzo quarto, le triple di Antrops e Di Viccaro, che sanciscono il 52-62. E’ ancora una tripla del Cecchino di Anzio ad aprire l’ultimo quarto, seguita dalla, tanto attesa dal pubblico, bomba di Kwame e da quella di Peppe Anello: la Fortitudo è a -1. Entrambe le formazioni difendono a zona (frutto non tanto di una scelta tattica, quanto dell’insidiiosità del parquet). Ma il play americano in forza ai granata, Kelvin Parker, non ci sta e mette a segno da tre, a cui risponde il tiro di Vaughn, raddrizzato in realtà da De Laurentis sotto canestro. Ancora una bomba di Parker e “sfondo” della guardia americana della Fortitudo. Ferrero, come un cecchino, porta a + 8 il Trapani. Vaughn da 3 e Anello dal palleggio. Canestro e fallo subito per Parker, a cui risponde il play biancazzurro in solitaria. Agrigento è a -4 a poco più di 1’ dalla fine. Coach Ciani, anche in questa occasione, come nella semifinale, concede il parquet di gioco anche al giovane Andrea Portannese. Canestro di Parker e due bombe di Di Viccaro, ma Baldassarre e Ferrero, entrambi dalla lunetta, decidono che il terzo posto del Primo Memorial Gerlando Micalizio deve avere il colore granata. Finisce 75 a 80. Una partita equilibrata anche per quel che riguarda i falli e le percentuali al tiro (da 2: 41% Fortitudo a 44% Trapani; da 3: 29% a 21%; liberi: 82% a 89%).

Scritto da Chiara Mangione

 

IL TABELLINO

Parziali: 18-19; 34-42; 52-62; 75-80.

FORTITUDO MONCADA AGRIGENTO 75
Vaughn 18; Anello 9; Mian 15; Di Viccaro 11; Chiarastella 2; De Laurentis 2; Giovanatto 2; Mocavero 11; Piazza 5.
Allenatore: coach Franco Ciani
Assistant coach: Luigi Dicensi

PALLACANESTRO TRAPANI 80
Antrops 4; Renzi 9; Bartoli 4; Lowery 14; Baldassarre 4; Bossi 2; Rizzitello 7; Ianes 8; Parker 23; Ferrero 5.
Allenatore: coach Lino Lardo
Assistant coach: Flavio Priulla

 

© Foto di Calogero Montana Lampo / Fortitudo Moncada Agrigento ©

Pin It