Agrigento – Capo d’Orlando [55-79], la cronaca della partita

(Scritto da Chiara Mangione) - A sfidare la Sigma Barcellona sarà l’Upea Orlandina, vincitrice sulla Fortitudo Moncada Agrigento nel secondo match della prima giornata del Torneo di pallacanestro intitolato a Gerlando Micalizio. L’Head Coach Gianmarco Pozzecco schiera l’Under Tommaso Laquintana, l’agrigentino Marco Portannese, Matteo Soragna, Dominique Archie e Sandro Nicevic. Per Franco Ciani, il quintetto base è: Albano Chiarastella, Kwame Vaughn, Alessandro Piazza, Emanuele Mocavero e Fabio Mian.

Il 1° canestro porta la firma del campione croato Nicevic, a cui risponde l’americano Vaughn, ma è la bomba di Laquintana su assist di Soragna a scaldare i motori. A mettersi subito in luce ci pensa pure il riconfermato in casa Orlandina Marco Portannese che costruisce bene il terreno per Laquintana e la sua bomba da tre. Dalle file dei padroni di casa, a dare ritmo c’è Piazza (il play era in forse per via di un infortunio rimediato in allenamento), che va a segno, crea assist a Chiarastella, e non dimentica di curare la regia di gioco.

La Fortitudo è a +3 (7-10, dopo 4’). Tuttavia l’irrefrenabile guardia agrigentina, d’Orlandina d’adozione, trascina la squadra, a cui regala una bomba, tiri liberi messi a segno, punti da sotto canestro e assist. Gli resiste la Fortitudo con una bomba dell’ala/centro leccese, Emanuele Mocavero, i canestri di Mian e Anello. Il 1° quarto finisce 20 – 22 per l’Orlandina, con Portannese autore di 9 punti, mentre sono certamente Chiarastella, Vaughn e Piazza a distinguersi in casa Fortitudo.

Il 2° tempo si apre con il ritorno di Michele Giovanatto sul parquet di gioco; al suo fianco De Lurentis e Di Viccaro, che piazza subito una delle sue bombe. Capo D’Orlando fa scendere in campo l’ex nazionale Gianluca Basile. Va a segno Portannese, sia da sotto canestro che dalla lunetta. La guardia agrigentina ricopre il ruolo di play maker, guidando la propria formazione fino al suo terzo fallo. A quel punto Coach Pozzecco lo sostituisce con Laquintana. Intanto portano avanti la squadra agrigentina i canestri di De Laurentis, Vaughn. Ad accorciare le distanze ci pensano il croato Nicevic e la guardia Ciribeni, complice una palla ben piazzata da Di Viccaro che si ferma sul ferro. Dalla raggiunta parità, sul 32-32, con Mocavero, al nuovo sorpasso dell’Orlandina, grazie al “Baso”, autore di una tripla e di un tiro da due. Non basta infatti il canestro di Chiarastella, su assist di Di Viccaro. 34-37 per l’Orlandina è il risultato con cui si va alla pausa lunga.

Al rientro dagli spogliatori, incalzano gli ospiti. Realizza, per ben due volte, Archie, in compagnia di Laquintana. Dopo 2’, il parziale è di 2 a 7 in sfavore della Fortitudo che registra anche un brutto scivolone di Fabio Mian durante una bell’azione costruita da Piazza. Costretta a uscire la guardia goriziana, rientra al suo posto il Cecchino di Anzio. Colpisce l’asse Piazza-Mocavero e Chiarastella va a canestro. Stoppata da manuale di Archie su Vaughn. Il tabellone segna 40 – 45 a 4’ dalla fine terzo tempo ( 4 a 0, per la Fortitudo, il parziale negli ultimi 4 minuti). Dopo il time out di Capo D’Orlando, si sblocca il risultato con il canestro di Benevelli su assist di Portannese. In pochi attimi, la squadra di Coach Pozzecco si porta al massimo vantaggio fino a quel momento, + 9.

Nonostante il canestro di Vaughn, il fine quarto è ancora appannaggio del Baso, in compagnia di Benevelli. 42 a 53 è il risultato con cui prende avvio l’ultimo quarto. Bomba di Portannese, a cui risponde Di Viccaro, con due triple e un tiro da due. Dicono la propria anche Benevelli e Mian. Gioca d’esperienza Mocavero, autore di una bella stoppata. Inarrestabile Marco Portannese che in poco meno di un minuto segna 8 punti. A canestro anche Chiarastella e Laquintana. Coach Franco Ciani coglie l’occasione per far entrare in campo il giovane Andrea Portannese. Il match si chiude con il risultato di 55 a 79 per un’Orlandina pronta a sfidare la Sigma Barcellona, decisamente tra le favorite del campionato di LegaDueGold.

Ma nonostante il risultato e anche le percentuali di gioco (42% di tiri da due per la Fortitudo contro il 51% dell’Orlandina; 14% nei tiri da tre dei padroni di casa, a fronte del 50% dell’Upea e il 53% di tiri liberi rispetto all’84% degli ospiti), si è trattata di una partita dai grandi ritmi e certamente di un buon test per la squadra del presidente Moncada che ha saputo tenere testa, per 3/4, a una formazione che milita nel campionato superiore. Miglior realizzatore Kwame Vaughn; in doppia cifra anche Vincenzo Di Viccaro. Per l’Orlandina, Marco Portannese con ben 27 punti.
Chiara Mangione

Parziali: 20-22; 34-37; 42-53;55-79.

FORTITUDO (55): Vaughn 13; Anello 2; Mian 9; Di Viccaro 10; Portannese A.0; Chiarastella 8; De Laurentis 2; Giovanatto 1; Mocavero 8; Piazza 2. Coach Franco Ciani

UPEA ORLANDINA (79): Busco o; Soragna 0; La Quintana 9; Benevelli 10; Nicevic 8; Portannese M. 27; Archie 6; Basile 7; Ciribeni 7;Cefarelli 5. Coach Gianmarco Pozzecco.

Pin It