La Fortitudo Agrigento, in accordo con l’ufficio marketing ed eventi, ha scelto di dare voce ai propri sponsor. Persone che negli anni hanno sostenuto, senza riserva, la causa biancazzurra.

Oggi vi raccontiamo della Ricevitoria e Tabacchi 5 Stelle che da quest’anno si è unita alla famiglia Fortitudo, ma solo come partner commerciale, si perché in realtà il suo titolare Felice Gambino e tutta la sua famiglia sono da sempre grandi appassionati di basket e super sostenitori della Fortitudo Agrigento.

Lo abbiamo raggiunto telefonicamente per fare due chiacchere e farci raccontare qualcosa in più sulla sua attività di famiglia e come sta affrontando questo particolare momento storico.

Felice è figlio d’arte, infatti la sua famiglia da ben due generazioni possiede una tabaccheria/ricevitoria, un’attività che ha aperto i battenti al pubblico oltre 60 anni fa; infatti, già suo padre aveva intrapreso questa strada aprendo una ricevitoria a Porto Empedocle, che nel 1980 Felice decide di trasferire ad Agrigento, nel quartiere satellite di Fontanelle dove ancora attualmente esercita.

La bellezza del mio lavoro – ci racconta Felice – consiste nello stare a contatto con tantissime persone dalle età più svariate e dalle professioni più disparate: si incontra il poliziotto, l’imprenditore, il medico, il politico, l’attore, il muratore, l’idraulico e persino il giocatore di basket e potrei continuare a dirvene tantissimi altri. Altro punto di forza è che cerco di tenere sempre alto il morale per lavorare in un ambiente sereno, qui si vive in un’atmosfera goliardica; ma a volte, così come è la vita, ci sono momenti difficili come può essere la situazione attuale”.

Si, perché forse un lavoro che fa del contatto con il pubblico il suo pane quotidiano, questa distanza forzata ed obbligatoria oltre che ad incidere dal punto di vista economico è un fattore estremamente incidente sulle stesse dinamiche lavorative.

In generale nella nostra attività la gente si contra e scambia due chiacchiere, si parla di calcio, di basket, dei fatti più o meno importanti; è un ambiente informale dove la gente ha bisogno di ridere o di sfogarsi anche solo per interfacciarsi con gli altri. Nel tempo, molti clienti sono diventati miei amici e sono sempre loro a venirmi a trovare. Forse se devo trovare un lato negativo al mio mestiere è proprio il fatto che ho poco tempo da dedicare alla mie attività personali, per fare una passeggiata o incontrarmi con un amico per un aperitivo. La mia è un’attività che impiega molte ore della giornata, ma la domenica pomeriggio è sacra, sono libero e la dedico ai miei familiari, mia moglie e mio figlio, con cui condivido la grande passione per il basket, per cui … tutti al palazzetto a tifare Fortitudo!”.

Dunque la famiglia Gambino è un vero mini club biancoazzurro. Ma cosa ti ha spinto quest’anno a contribuire alla campagna membersheep Fortitudo diventando oltre che abbonato, anche un sostenitore?

Trovo che fare una cosa che piace a tutta la tua famiglia sia qualcosa di veramente importante e come ho già detto prima, condividere in famiglia il tifo per la Fortitudo ha reso la mia decisione di diventare sponsor praticamente una scelta spontanea e condivisa. E’ qualcosa che ci è venuto dal profondo del cuore: sostenere la nostra squadra che ci fa gioire, urlare, soffrire, arrabbiare a volte, tifare, è qualcosa di incredibile, una cosa che ci fa sognare. E’ uno spettacolo di cui non vogliamo mai privarci e che mi  tiene unito in particolare a mio figlio Christian. Vogliamo quindi sostenere la squadra perché possa crescere  sempre di più, così da continuare a divertirci per molti anni ancora.

L’appassionato di pallacanestro sono sempre stato io (da ragazzo ho anche giocato), mia moglie all’inizio non lo era tanto e non riuscivo a portarla al palazzetto, quindi ogni tanto dovevo rinunciare anche io perché la famiglia viene prima di tutto. Poi un domenica, approfittando di un viaggio di lavoro di mia moglie, ho il mio piccolo campione Christian (che allora aveva solo 3 anni) al palazzetto e al ritorno della mamma, lui entusiasta non faceva che raccontare di quello che aveva visto. Così, alla fine mia moglie ha iniziato a cedere ed a venire a vedere le partite; da allora si è innamorata anche lei del basket, ormai non prende più  impegni la domenica quando la squadra gioca in casa. Christian all’età di 4 anni ha iniziato con il minibasket e adesso è nelle giovanili under 13, ovviamente è un grandissimo tifoso della Fortitudo e per soddisfare i suoi desideri, quando possiamo seguiamo la squadra anche in trasferta. Lui è una vera enciclopedia vivente del basket, legge, studia, si informa e ci sorprende sempre. Non ultimo, l’altro aspetto di frequentare il Palamoncada che piace a me e mia moglie è la possibilità di incontrare molte persone con cui condividere la nostra stessa passione”.

Dopo pochi minuti di conversazione con Felice, si intuisce che la palla a spicchi in casa Gambino e alla Ricevitoria 5 Stelle (dove il calendario della stagione sportiva 19/20 la fa da padrone in bella vista) è la regina indiscussa delle discussioni padre-figlio e delle domeniche pomeriggio post lasagna. E’ d’obbligo allora, chiedere ad un tifoso storico e così preparato la Top 4 dei suoi giocatori preferiti che in questi anni hanno indossato la canotta biancoazzurra.

Il primo che mi viene in mente è Marco Evangelisti, un giocatore completo e nostro ex capitano, che ho avuto modo di conoscere anche fuori dal campo, apprezzandone anche le doti umane. Kelvin Martin, un atleta di grande talento e potenza fisica. Jaled Canon, mio figlio ha anche una foto insieme al suo campione, un ottimo realizzatore e uomo squadra. Adesso mi piace molto Simone Pepe con il suo temperamento sanguigno.

Vi ringrazio per questa idea carina di raccontare noi sponsor. In un momento così complicato e pesante mi sento di dire che la quarantena ha due volti, da una parte ci induce a delle restrizioni molto dure che ci limitano nelle libertà, ma dall’altro ci ha regalato il tempo per stare in famiglia e di riflettere sulle cose veramente importanti della vita. Spero che tutta la squadra e lo staff della nostra amata Fortitudo stia bene, siete nei nostri pensieri, con l’augurio di divederci tutti molto presto. Ciao, un abbraccio da parte di tutta la mia famiglia”.

Un grazie e un affettuoso saluto a Felice Gambino e a tutta la sua famiglia, noi stiamo tutti bene e tutti a casa, ci rivedremo presto e con ancora più voglia di urlare #WeAreAg.

Comments

0