La Fortitudo Agrigento, in accordo con l’ufficio marketing ed eventi, ha scelto di dare voce ai propri sponsor. Persone che negli anni hanno sostenuto, senza riserva, la causa biancazzurra.

Quest’oggi abbiamo chiacchierato telefonicamente con un altro tifoso/sponsor/amico, Germano Vita, manager area Sicilia della Editalia Treccani Rete.

Germano è davvero un personaggio, amico di tanti in società e un super sportivo: spesso la domenica mattina delle partite in casa lo vedi arrivare al PalaMoncada con la sua bici da corsa, un veloce saluto al suo amico Cristian Mayer, un giro nel parcheggio e via. Poi il pomeriggio lo ritrovi a bordo campo, pronto a sostenere i giganti biancoazzurri e a tifare come un ragazzino, o forse meglio, come un vero ultrà.

Germano, raccontaci un po’ di te e del tuo lavoro.

Ho 52 anni, sono sposato e ho due splendidi figli. Da sempre sono appassionato si sport, tutto e ancora oggi da “giovane adulto” cerco di crearmi lo spazio per essere attivamente impegnato come sportivo.

Sono sempre stato affascinato da tutti quegli aspetti che riguardano i comportamenti, i processi decisionali, l’apprendimento e la motivazione e per questo fattore ho sempre prestato attenzione a tutte le occasioni per arricchire il mio bagaglio culturale e formativo. E questo mio aspetto caratteriale mi ha sempre accompagnato nell’evolversi della mia attività lavorativa che ho conosciuto e iniziato da giovanissimo. Sono figlio d’arte perché già mio padre si occupava dello mio attuale mestiere; oggi per l’appunto, sono tra i pochi in Italia ad avere avuto la opportunità di raccogliere esperienze passate e tra i pochissimi ad aver “attraversato” tutte le più grandi Aziende leader nel mercato di riferimento del settore della produzione e della diffusione di opere di alta qualità culturale e pregio: DeAgostini, Utet, FMR, Treccani e Editalia”.

Che cosa è DEA Treccani, di cosa si occupa e quale il suo valore aggiunto a parer tuo?

DEA Treccani sta per Distribuzione Editoriale Arte Treccani ed è il modo di interpretare attualmente l’intero coordinamento e la gestione per la Sicilia come Area Manager del mio mestiere. In pratica mi occupo dello sviluppo e della implementazione di strategie commerciali, di coordinare le attività del call center e di gestire la rete dei funzionari di vendita. L’obiettivo di un Area Manager è di massimizzare le vendite con la rete commerciale e creare relazioni a lungo termine sul territorio per diventare un punto di riferimento anche attraverso, ad esempio, l’organizzazione di particolare eventi culturali. Glieventi, appunto, sono uno degli elementi cruciali del nostro Marketing territoriale emomenti determinanti per lafidelizzazione dei clienti e magari per conquistarne dei nuovi. Il fine di tutto ciò è quello di generare un orientamento positivo dei nostri interlocutori e di creare o aggiungere valoreal nostro brand “Linea Editalia – Treccani Reti” anche per mezzo di azioni di tipo emozionale ed esperienziale.

Quanto è difficile il momento che stiamo attraversando e come lo affronti tu personalmente?

“Il momento non è per niente facile, in considerazione del fatto che il mio lavoro è fatto e vive di relazioni quotidiane e personali con i nostri clienti. L’emergenza sanitaria attuale è talmente eccezionale e sorprendente che ci chiederà di entrare in una modalità straordinaria di comunicazione per il lavoro che “pilotiamo”. Personalmente cerco di leggere e accrescere il mio know how. Ritengo importante trovare un nuovo modo, una maniera che possa consentire di recuperare le interazioni umane con parole evocative e sdoganare nuove alchimie che ci consentano di tornare a trovare i nostri affezionati e appassionati clienti. Occorre tenersi pronti per quando saremo tutti chiamati al nostro straordinario ritorno quotidiano e dare nuovamente impulso alle umane passioni”.

Cosa vuol dire essere partner commerciale della Fortitudo e perché hai deciso di esserlo?

Oggi la Fortitudo è un fenomeno sociale di primaria importanza ed esprime una grande opportunità di conoscenza e di crescita sociale e culturale per tutta la nostra comunità. Aderire e partecipare ad “un film di fantascienza” come quello che il Presidente Moncada porta avanti da anni, è senza dubbio un piccolo contributo doveroso. Personalmente, poi, essendo un fortissimo appassionato della Fortitudo ritengo che la pallacanestro può avere anche una funzione educativa importante e dovrebbe essere uno strumento da consigliare per educare e formare le nuove generazioni abituandoli, così, a rispettare regole e comportamenti precisi.

Approfitto infine dell’occasione concessami per vantare un mio probabile e personale primato: in virtù del mio trascorso giovanile di modesto giocatore di basket (in categorie inferiori) e in considerazione della mia cooperazione con la “vecchia Fortitudo degli anni 90” oltre che per il fatto che nell’epoca Moncada (dalla serie B in poi) ho viste praticamente tutte le partite giocate in casa, ritengo essere colui il quale, tra gli attuali tifosi, ha visto e vissuto più partite della “nostra Fortitudo” (quantomeno di tutte quelle casalinghe sicuro!!!). Non mi resta che abbracciavi tutti affettuosamente; ci vedremo prestissimo!”

E noi tutti salutiamo e ringraziamo Germano, per la disponibilità e per aver aderito alla nostra iniziativa. Noi restiamo a casa, continuiamo a raccontarvi storie e personaggi che girano intorno al mondo Fortitudo; voi, fate come noi, state a casa e seguiteci e sosteneteci con i vostri like e le condivisioni.

Comments

0