In questi giorni abbiamo parlato di tante realtà commerciali che sono partner della nostra società: banche, centri dentistici, assicurazioni, autosaloni e tanti antri ancora a venire, così come anche le tante figure e personaggi che vi lavorano alacremente. Pian piano vi stiamo portando dentro l’universo Fortitudo che vogliamo farvi conoscere in ogni suo aspetto.

Ospiti della rubrica We Are Fortitudo Agrigento, gli amici del centro Fisioterapico Empedocle. 

Abbiamo raggiunto telefonicamente Luigi Falla, coordinatore dei fisioterapisti della struttura.

Il Centro Empedocle è un centro fisioterapico nuovo e di ultima generazione. Quali sono le sue caratteristiche?

Il nostro centro si basa su tre principali caratteristiche quali: uno staff formato da personale giovane e altamente qualificato, innovative terapie ed attrezzature per affrontare al meglio le esigenze e necessità dei nostri pazienti  ed infine, la nostra  presenza sul territorio nell’ambito del sociale”.

Dunque, si tratta di una struttura dove molti dei ruoli sono ricoperti da giovani e preparati professionisti. Un caso o una volontà specifica?

“Come detto in precedenza, una delle nostre caratteristiche è il nostro staff. Formato da personale giovane, scelto appositamente per la formazione, la dinamicità, la freschezza dei contenuti da applicare direttamente sul campo. E’ senza alcun dubbio questo il valore aggiunto di nostro team.”

Quali le terapie dove il Centro Empedocle si distingue ed eccelle?

Uno dei nostri punti forza, è sicuramente la kinesi terapia;  Che consiste in un rapporto 1:1 tra paziente ed operatore svolgendo  determinate manovre  ed esercizi  per la ripresa e il ritorno alla normale vita quotidiana. Ci distinguiamo anche per una terapia fisica strumentale, la Cryo T Shock 4.0, si  tratta di un elettromedicale che effettua uno shock termico controllato che oscilla dai 42 ai -18 gradi utilizzata tantissimo per i traumi recenti e non, dall’acuto al cronico. Inoltre la nostra palestra è dotata  di tappetoni propriocettivi Fisiomat® utili al il riequilibrio posturale e/o per svariati protocolli riabilitativi, è anche del FLYCONPOWER®, macchinario isoinerziale, utile sia in fase di prevenzione sia in quella di allenamento”.

Siete sponsor e partner della Fortitudo. Cosa vi ha spinto a questa scelta e quale è a parere vostro è il ruolo sociale per il territorio, oltre che sportivo, di questa società?

Cerchiamo di essere presenti sul territorio nell’ambito del sociale, quindi abbiamo deciso di far parte della grande famiglia della Fortitudo, perché crediamo in valori quali la tenacia, la forza, l’umiltà, valori che da anni contraddistinguono il carisma di questa grande società. La Fortitudo ha regalato emozioni che hanno segnato il cammino sportivo, cestisticamente parlando, di questa città grazie ai campioni che hanno calcato il parquet del Palamoncada indossando la maglia biancoazzurra; ragione per cui abbiamo deciso di prenderci cura dei nostri giocatori, al fine di assicurare il miglior benessere fisico e mentale, fondamentale per un atleta . La Moncada Energy Group poi, si è sempre distinta nel sociale: in particolar modo per l’emergenza che stiamo vivendo in questo periodo: è ammirevole la donazione di attrezzature mediche fatta all’ospedale San Giovanni Dio di recente” .

Certo, anche noi dello staff comunicazione e marketing possiamo dire che al Centro Empedocle si respira un’aria familiare e serena, lontana dagli stereotipi legati alla riabilitazione e ai traumi; le volte che siamo stati loro ospiti per interviste, foto e video abbiamo avuto modo di osservare come la positività e la carica di energia del personale che ci lavora siano contagiose oltre che punto di forza della struttura.

Tanti sono gli specialisti del centro, oltre a Dr. Luigi Falla e alla Dr.ssa Ilenia Celauro (specialista in fisiatria) che si occupano dei nostri giganti, con trattamenti e terapie specifiche adatte ad ognuno di loro. E tra questi giovani professionisti c’è anche un volto ben noto a noi biancoazzurri: il nostro amico Nino Gangarossa.

Nino, tu sei uno degli specialisti del Centro; di cosa ti occupi e quale il valore di poter svolgere la tua professione nella tua città ?

Faccio parte del team del Centro fisioterapico Empedocle in qualità di chinesiologo e posturologo. Mi occupo di ginnastica antalgica, soprattutto con gli anziani e ginnastica posturale con adulti, ragazzi ma anche tanti bambini. Svolgere la mia professione qui non ha eguali, per me ad Agrigento non si vive male, anzi, bisogna però avere la voglia e la fortuna di provare a rimanere”.

Cestista, appassionato di pallacanestro e tifoso Fortitudo da sempre, ci racconti cosa è per te e quale il tuo ricordo più bello legato ad essa?

E’ proprio vero, il basket in generale e la Fortitudo nello specifico sono una passione di famiglia che nasce da mio nonno, dirigente già negli anni ‘70, per poi proseguire con mio zio e mio papà, quindi a questa squadra e a questi colori sono legato davvero da sempre.

Scegliere un ricordo è davvero difficile, ma se chiudo gli occhi la prima cosa che mi viene in mente sono i meravigliosi  anni del settore giovanile e soprattutto della prima storica qualificazione ai concentramenti nazionali del 2005, con una finale regionale incredibile vinta contro Palermo con un super Porta (Marco Portannese). Un gruppo di ragazzi agrigentini che per poco non giocava contro i vari Gallinari e Aradori. Molti di loro sono poi diventati amici veri di quelli con la A maiuscola. Quella squadra rispecchia a pieno lo spirito Fortitudo: umiltà, lavoro in palestra e tantissimo spirito di gruppo. Quello che mi hanno insegnato il basket e la Fortitudo lo porterò sempre con me”.

Grazie a tutti gli specialisti del Centro Empedocle per il lavoro che svolgono quotidianamente con grande dedizione e speriamo di vederci presto tra le mura amiche del PalaMoncada.

Comments

0