Vittoria più qualificazione in Coppa Italia. La Fortitudo Agrigento vince e convince contro Bernareggio. I biancazzurri impostano gioco e ritmo alla fine di una partita più che mai intensa. Il big match della B è terminato con il punteggio di: 92  a 74. In partita coach Catalani deve rinunciare a Saccaggi per un guaio fisico, affidandosi – al pronti via – a Peppe Cuffaro.

E’ una schiacciata di Laudoni ad aprire il big match di serie B. Agrigento risponde con Veronesi e Chiarastella. I punti, per i biancazzuri, arrivano anche dalla mano calda di Peppe Cuffaro. Bernareggio torna ai punti e lo fa con Gatti. E’ il capitano, Chiarastella, ad infilare un canestro non facile: 26-18. Il  primo quarto si chiude a favore di Agrigento: 28-18.

Il secondo periodo di gioco si apre con i punti di Costi, tripla. Laudoni sbaglia ma Ragagnin mette una tripla giusta. Agrigento al comando del match. Rotondo buca la difesa avversaria e mette dentro il: 43-29. I biancazzurri per mano di Ale Grande trovano il 45-3, su assist di Cuffaro. Bernareggio torna ai punti e lo fa con Tsetserukou. Sotto canestro è duello vero tra Chiarastella e Laudoni, ha la meglio il capitano con un rimbalzo difensivo. Canestro più fallo per Grande: 49-33, dalla lunetta è uno su uno. Agrigento va a riposo lungo avanti con il punteggio di 50 a 33.

Sul parquet, nel terzo quarto, non cambia faccia: è Cuffaro a mettere la tripla del 55-35. Agrigento non si ferma è ancora “Paolone” a mettere dentro un canestro giusto.  Laudoni prova ad andare a canestro, subisce fallo: due su due. Agrigento è solida, in difesa Rotondo e Chiarastella sono ovunque. Triple da una parte e dall’altra a Grande risponde Todeschini. Bernareggio torna ancora a canestro portandosi avanti nel parziale: 11-10.  Sono gli ospiti a fare meglio, ma Ale Grande infila la tripla del +10.  I biancazzurri chiudono in avanti: 64-56.

Ultimo atto di una partita bellissima. Rotondo porta lontano i suoi: 71-59, ma Bernareggio è li. Gli ospiti trovano un’altra tripla: 71-62. Subisce fallo Ragagnin dalla lunetta è uno su uno. Palla a Grande servizio per Costi e assist per Veronesi, tripla. Agrigento torna a “ruggire” Costi e Rotondo regalano punti buoni. Coach Catalani chiama dentro Grande, il play lascia il campo dopo una prova superba, con lui anche Rotondo.  I biancazzurri non arretrano e vincono il match.

Moncada Energy Group Agrigento – Vaporart Bernareggio 92-74 (28-18, 22-15, 14-23, 28-18)

Moncada Energy Group Agrigento:  Grande 22 (7/9, 2/5), Rotondo 22 (9/15, 0/0), Veronesi 17 (0/4, 5/8),  Chiarastella 12 (6/8, 0/0),  Cuffaro 7 (1/1, 1/2),  Costi 7 (0/2, 1/2), Ragagnin 5 (0/0, 1/1), Peterson 0 (0/0, 0/0), Saccaggi 0 (0/0, 0/0), Bellavia 0 (0/0, 0/0), Mayer 0 (0/0, 0/0),  Indelicato 0 (0/0, 0/0). All Catalani

Tiri liberi: 16 / 16 – Rimbalzi: 29 5 + 24 (Paolo Rotondo, Cosimo Costi 7) – Assist: 15 (Alessandro Grande, Paolo Rotondo 3)

Vaporart Bernareggio:  Tsetserukou 17 (7/7, 0/1),  Laudoni 15 (4/11, 1/3), Aromando 9 (3/5, 0/2),  Baldini 9 (3/8, 1/3),  Quartieri 8 (1/2, 2/6),  Gatti 8 (0/2, 2/3),  Diouf 4 (2/5, 0/1), Ghedini 3 (0/0, 1/2),  Todeschini 1 (0/4, 0/2),  Almansi 0 (0/2, 0/0), Radchenko 0 (0/0, 0/0). All Cardani

Tiri liberi: 13 / 15 – Rimbalzi: 32 14 + 18 (Baye modou Diouf 7) – Assist: 12 (Daniele Quartieri, Davide Todeschini 4)

Foto Giuseppe Greco

Comments

0