E’ stata una partita “ruvida” e intensa, la Fortitudo Agrigento ha iniziato bene ma poi nel finale si è arresa ad una grintosa Junior Casale. Al PalaMoncada non bastano i punti di Bell e Guariglia, i biancazzurri perdono con il punteggio di 81 a 88.

In partita, al primo time out è Agrigento a segnare il + 10. Casale si affaccia in zona offensiva e lo fa con Martinoni. Dopo un dai e vai è Casale a superare Agrigento, con una “bomba” di Cesana. E’ una tripla di Evangelisti a ristabilire la parità, ma Cesana trova ancora un tiro da tre punti. Coach Ciani chiama dentro Cannon, al suo posto Sousa. E’ proprio il brasiliano a trovare punti: 20-20. La partita è equilibrata, Casale prova a fare la voce grossa con Valentini, tripla, Amir Bell risponde e pizza il momentaneo 23-23.

E’ sorpasso Junior, Pepper piazza una “bomba”. In campo torna Marco Evangelisti, è lui a dettare il ritmo alla sua sfida: assist per Guariglia, punto più fallo: 31-33. Sono i canestri di Evangelisti e la tripla di Guariglia a far guadagnare terreno ai biancazzurri. La Junior si affida  a Martinoni, canestro e momentaneo +4. Il capitano, subisce fallo dalla lunetta è due su due: -2 Agrigento.

Terzo periodo di gioco più che mai combattuto, azione pregevole di Simone Pepe che lancia Ambrosin: 53-54.Il vantaggio della Fortitudo Agrigento porta la firma di Jalen Cannon: 55-54. Valentini prova la tripla e non sbaglia, è vantaggio Junior. Fallo su Sousa, dalla lunetta è due su due. Gli ospiti trovano ancora punti e lo fanno grazie a Musso: tripla. Le due squadre si aprono, la Junior trova punti pesanti con Musso e Agrigento sbaglia troppo. Coach Ciani chiama in campo ancora Ambrosin, tripla e sfida ancora aperta.  Nell’ultimo periodo di gioco è la Junior ad iniziare meglio, Pinkins prova la tripla e non sbaglia: 67-75. Gli ospiti prendono campo e si portano sul + 10. Agrigento prova a reagire e si affida al “solito” Jalen Cannon, canestro: 72-80. Amir Bell scuote i suoi e trova una tripla: 75-82.  Nel finale sono i punti del play americano a tenere alto il ritmo biancazzurri, ma il tempo finisce e Agrigento incassa una sconfitta .

Coach Ciani: “E’ stata una partita brutta per rendimento e precisioni. Abbiamo iniziato bene, ma è troppo poco per vincere una partita come questa. Conoscevamo le loro qualità difensive, oggi abbiamo sbagliato approccio, atteggiamento. Può esserci anche un fattore stanchezza, ma non basta. Non siamo matematicamente nei play off, dobbiamo pensare di fare dei punti nelle prossime tre partite. Come si riparte dopo una sconfitta? Lavorando”.

M Rinnovabili Agrigento – Novipiù Casale Monferrato 81-88 (20-20, 22-21, 19-23, 20-24)

M Rinnovabili Agrigento: Guariglia 18 (3/5, 3/6), Bell 17 (3/6, 3/6), Evangelisti 14 (3/7, 1/3), Ambrosin 13 (1/4, 3/4),  Cannon 11 (5/7, 0/0),

Sousa 8 (3/6, 0/2),  Pepe 0 (0/2, 0/5), Quaglia 0 (0/0, 0/1), Fontana 0 (0/0, 0/0), Cuffaro 0 (0/0, 0/0), Paolo Nicoloso 0 (0/0, 0/0), Trupia 0 (0/0, 0/0). All Ciani, ass Dicensi, Ferlisi

Tiri liberi: 15 / 20 – Rimbalzi: 31 8 + 23 (Jalen Cannon 10) – Assist: 11 (Jalen Cannon 5)

Novipiù Casale Monferrato: Pinkins 18 (3/6, 3/3), Pepper 17 (4/11, 2/6),

Niccolò Martinoni 16 (6/8, 1/3), Valentini 10 (2/3, 2/5), Musso 10 (1/2, 2/7), Luca Cesana 6 (0/0, 2/3), Denegri 6 (1/2, 0/2),  Battistini 5 (1/1, 1/2), o Cattapan 0 (0/0, 0/0),  Giovara 0 (0/0, 0/0). All Ferrari

Tiri liberi: 13 / 19 – Rimbalzi: 33 9 + 24 (Niccolò Martinoni 8) – Assist: 18 (Dalton Pepper 5)

Comments

0