Ci sono luoghi in cui si entra e lo sguardo si perde, gli occhi brillano e si inizia a fantasticare, senza distinzione di età, uomo o donna che sia. Stiamo parlando degli show rooms delle concessionarie d’auto. A chi di noi non è mai capitato di entrarci e iniziare a immaginare l’auto dei sogni o vedersi a volante di uno di quei gioiellini nuovi e fiammanti? E’proprio quello che è successo ad alcuni dei nostri Giganti, quando siamo andati a far visita ad uno dei nostri partner commerciali della stagione, la Concessionaria Guadagni.

Oggi, all’interno della nostra rubrica #WeAreFortitudo, vogliamo raccontarvi di questa importante realtà del territorio.

Già quando si arriva nella sede aziendale della Concessionaria Guadagni S.p.a. si viene rapiti dalle splendide auto in esposizione nelle varie aree del salone, oltre che accolti con grande cordialità da tutto il personale del team. Abbiamo raggiunto telefonicamente il Dr. Luigi Guadagni, figlio d’arte impegnato in questa realtà che va ben oltre i confini locali.

Carissimo Luigi, Lei è uno dei leader di una storica azienda di famiglia, concessionari da generazioni. Ma quali i punti di forza della vostra azienda? 

La nostra azienda nasce nel 1956 dall’iniziativa e dalla passione per le auto di mio nonno, da subito affiancato da mio padre e mio zio. Allora eravamo commissionari dello storico Marchio Lancia. Io e mio fratello siamo la 3^ generazione e con mio zio, un giovanotto di 82 anni, non abbiamo ancora perso entusiasmo e passione. Il nostro punto di forza è l’orgoglio di rappresentare una tradizione. Per questo ogni giorno “ci mettiamo una faccia”, la nostra. Questo i Clienti lo sanno”.

Quanto sono importanti le relazioni umane nel vostro settore e come state vivendo questo difficile momento? 

A differenza dai grandi centri, qui ci conosciamo un po’ tutti, non solo per nome, spesso personalmente. Questo comporta una personificazione con il nostro lavoro. “Noi siamo quello che facciamo”. Quando lei mi incontra, forse non ricorda il mio nome però mi riconosce come “quello delle macchine”, può immaginare quanto sia importante il rapporto umano! Come stiamo vivendo questo momento? Come tutti, forse con qualche preoccupazione in più che tuttavia non ci impedisce di comprendere i bisogni degli altri. Cerchiamo di fare quel che si può in una situazione cosi difficile”.

Si riferisce all’impegno per il sociale ed alla donazione dei respiratori polmonari all’ospedale?

 Si anche. Ma li vanno solo ringraziati medici e infermieri. Onore al merito!”

Se dovesse definire la Guadagni con tre aggettivi?

Due potrebbero descrivere un automobile: affidabile e sicura. Il terzo identifica la personalità , quindi direi seria.

E’ un momento molto complesso per tutto il Paese. A parer Suo, quale è il futuro del mercato dell’automobile?

Non perdiamo l’ottimismo, supereremo questo momento. Da sempre simbolo della libertà di movimento, nei tempi del Covid, l’auto rimane il mezzo più sicuro e più idoneo a garantire il distanziamento sociale negli spostamenti. Come guanti e mascherina, diventa un vero strumento di prevenzione. La giusta attenzione da parte dei passeggeri, una sanificazione periodica dell’abitacolo e una corretta manutenzione, garantiscono sicurezza nella marcia e prevenzione dal contagio… il resto dipende da quello che si fa quando si scende”.

Siete sponsor della Fortitudo. Perché questa scelta? 

Perché condividiamo i valori dello sport e perché crediamo che una squadra vincente e una sana tifoseria accrescano il senso di appartenenza ad una comunità e lo spirito competitivo. Ritengo che ci siano alcuni valori che accomunano la nostra realtà aziendale con lo sport: spirito di squadra, costanza, sacrificio, serietà e performance”.

Grazie a Luigi Guadagni e a tutto il suo team, che salutiamo calorosamente, mentre siamo già tutti ai box di partenza pronti ripartire più forti e propositivi di prima, perché noi tutti #WeAreAg.

Comments

0